Chi siamo

 

 

L’identità dell’Istituto

 

L’Istituto ricade nel quartiere Oreto che, per la struttura sociale, si può considerare una grossa borgata della periferia della città di Palermo. Il quartiere “Maredolce” comprende l’area che gravita sull’ultimo tratto del fiume Oreto e sull’intero asse della via che porta lo stesso nome. Comprende quattro unità di primo livello Oreto-Perez, Oreto-Guadagna, Corso dei Mille, S. Erasmo-Maredolce ed insiste su due circoscrizioni, la seconda e la terza.

La scuola media “G. A. Cesareo” è situata sulla seconda di esse ed individua il suo bacino di utenza soprattutto sulla via dell’Orsa Maggiore, sulla via Oreto Nuova, su Borgo Ulivia e su Villagrazia. Un’utenza, sia pur esigua, proviene dalle borgate Chiavelli, S.Maria di Gesù e Brancaccio. Nella zona sono presenti edifici di edilizia economica e popolare che, solo nelle parti più vicine alle arterie principali, assumono una connotazione prettamente urbana. 

Esistono alcune strutture che garantiscono servizi utili al territorio: nella fattispecie, una struttura sportiva comunale- il “PalaOreto”- che fornisce supporto alle attività motorie e sportive svolte dalla Scuola; un consultorio; centri di aggregazione e di animazione sociale gestiti da cooperative private o da volontari. Si evidenzia la presenza nel territorio di una Scuola primaria e dell’infanzia statale, di un Istituto Comprensivo sede dell’Osservatorio locale contro la Dispersione Scolastica e per la promozione del Successo Formativo e di due Istituti di secondo grado – il liceo scientifico “E. Basile” e il Liceo per le Scienze umane “D. Dolci”.

La scuola è percepita come importante istituzione formativa. Le scelte educative d’Istituto  puntano all’orientamento, alla lotta alla dispersione e all’insuccesso scolastico, al confronto dialettico e all'inclusione, al sostegno ad alunni e famiglie. Per rispondere ai bisogni formativi degli alunni e alle esigenze del territorio, la nostra scuola si impegna anche nella costruzione di rapporti sinergici con le risorse culturali e formative presenti e attive nel territorio cittadino con l’Osservatorio Locale “Maredolce”, con l’ASP e con le istituzioni sopra citate.